Preghiera e digiuno

Papa Francesco

Papa Francesco

Il Papa: «Mai più la guerra!» Sabato digiuno per la Siria
Accorato appello del Papa all’Angelus di ieri per la pace in Siria, in tutto il Medio oriente e nel mondo intero. Francesco si è detto “profondamente ferito” per quanto sta accadendo in quel “martoriato Paese” e in altri luoghi di conflitto. Per questo ha indetto una Giornata di preghiera e digiuno il 7 settembre e dato appuntamento in piazza San Pietro dalle 19 alle 24, estendendo l’invito a tutti i cristiani, ai fedeli di altre religioni e ai non credenti.

“Mai più la guerra! Mai più la guerra! La pace è un dono troppo prezioso, che deve essere promosso e tutelato”. “Con angoscia crescente” – ha detto il Papa – “il grido della pace” “sale da ogni parte della Terra, da ogni popolo, dal cuore di ognuno, dall’unica grande famiglia che è l’umanità”. “Vivo con particolare sofferenza e preoccupazione le tante situazioni di conflitti che ci sono in questa nostra Terra, ma in questi giorni il mio cuore è profondamente ferito da quello che sta accadendo in Siria, e angosciato per i drammatici sviluppi che si prospettano”. “Quanta devastazione, quanto dolore – ha sottolineato – ha portato e porta l’uso delle armi in quel martoriato Paese”. “Con particolare fermezza condanno l’uso delle armi chimiche”. “Pensiamo quanti bambini – ha esclamato – non potranno vedere la luce”.  Leggi tutto… 

 

LA LITURGIA Le indicazione della Cei per la giornata di sabato

Suggerimenti e Proposte  per la giornata di digiuno e preghiera del 7 settembre 2013 indetta dal Santo Padre Francesco per la pace in Siria, nel Medio oriente e nel mondo intero.

Veglia di preghiera strutturata come Liturgia della Parola (Schema di massima: lettura biblica – Salmo responsoriale – orazione, eventualmente ripetuto più volte). Per le letture bibliche si può attingere al Lezionario per le Messe “ad diversa” nella sezione: Per la pace e la giustizia, pp. 409-431. Come orazioni si possono utilizzare le collette del formulario “Per la pace e la giustizia”, Messale Romano, pp. 806-807.

Celebrazione dei Primi Vespri con la possibilità di sostituire la lettura breve con altra lettura biblica (non evangelica) attinta dal Lezionario.

Soprattutto nei Santuari marianiPreghiera del Santo Rosario; in mattinata è possibile celebrare una Santa Messa utilizzando il formulario “Maria Vergine Regina della Pace” (Messe della Beata Vergine Maria, p. 145-147).

Sarà possibile proporre un’Adorazione eucaristica prolungata (Cfr. Rito della Comunione fuori della Messa e Culto eucaristico, cap. III).

Per uno schema di Liturgia penitenziale, cf. Rito della Penitenza (Appendice II, Celebrazioni penitenziali, nel capitolo Celebrazioni penitenziali comuni, III. Le beatitudini evangeliche, pp. 136-140).

Nelle Sante Messe festive di domenica 8 settembre è bene inserire una particolare intenzione nella Preghiera universale o dei fedeli.

Per presentare il valore del digiuno si può ricorrere alla Nota pastorale della CEI: ll senso cristiano del digiuno e dell’astinenza (4 ottobre 1994).

A cura dell’Ufficio Liturgico Nazionale CEI, 2 settembre 2013

da. Avvenire pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*